+ Filtri
Nuova Ricerca
Filtri
Disponibile Parole esatte Solo nel titolo
e-shopCaricamento...
QualitàCaricamento...
PrezzoCaricamento...

bry_613675 - FRANCOIS I Écu d'or au soleil, 5e type n.d. Lyon

FRANCOIS I Écu d or au soleil, 5e type n.d. Lyon BB
non disponibile.
Articolo venduto sul nostro negozio (2021)
Prezzo : 650.00 €
Tipo : Écu d'or au soleil, 5e type
Data: 21/07/1519
Data: n.d. 
Nome della officina / città: Lyon
Metallo : oro
Titolo in millesimi : 958 ‰
Diametro : 26 mm
Asse di coniazione : 6 h.
Peso : 3,35 g.
Commenti sullo stato di conservazione:
Monnaie frappée sur un flan plutôt large, irrégulier et légèrement voilé. De légères faiblesses de frappe
N° nelle opere di riferimento :

Diritto


Titolatura diritto : + FRANCISCVS. DEI GRA: FRANCORVM REX (MM) (TRÈFLE).
Descrittivo diritto : Écu de France couronné sous un soleil.
Traduzione diritto : (François, par la grâce de Dieu, roi de France).

Rovescio


Titolatura rovescio : + XPS: VINCIT. XPS: REGNAT. XPS: IMPERAT (MM) (TRÈFLE).
Descrittivo rovescio : Croix fleurdelisée avec quadrilobe en cœur, cantonnée aux 1 et 4 d'une F, aux 2 et 3 d'un lis.
Traduzione rovescio : (Christ vainc, Christ règne, Christ commande).

Cronistoria


FRANCOIS I

(01/01/1515-31/03/1547)

L'avvento di Francesco I segna tradizionalmente l'inizio dell'Ancien Régime in Francia, senza che sia possibile cogliere in cosa differisca dal Medioevo.. La nuova era si distingue essenzialmente per l'esaltazione della persona stessa del re, a scapito di concetti più astratti (il Trono, la Corona). La religione monarchica si organizzò allora attorno a un'incarnazione: eroizzato, identificato a volte con Cesare, a volte con l'Ercole gallico, Francesco I si impose come guerriero e come vigilante, insieme re della guerra, re delle arti e re della gloria. Attorno a lui si è creato un primo embrione di Corte, una prima etichetta. Fu allora che nacque questo "cerimoniale di stato", di cui gli storici americani hanno fatto uno dei loro principali oggetti di studio.. Nato a Cognac nel 1494, François era figlio di Charles de Valois, conte di Angoulême e Louise de Savoie. Figliastro di Luigi XII, di cui sposò la figlia Claude de France, gli succedette nel 1515, in assenza di un diretto erede maschio del defunto.. Il nuovo re continuò la politica italiana del suo predecessore. Il primo anno di regno del regno fu segnato da una prima discesa nella Penisola, con la vittoria di Marignan contro gli Svizzeri e la conquista dei Milanesi. L'anno seguente Francesco concluse il Concordato di Bologna con papa Leone X, che fece del re maestro delle nomine episcopali nel suo regno, e firmò una pace perpetua con gli svizzeri.. Nel 1519, alla morte di Massimiliano I, il Re di Francia cercò la corona imperiale, ma andò a colui che sarebbe stato il suo grande rivale: Carlo V. Questo principe riunisce due eredità: una, "Borgogna" e imperiale, gli viene da suo padre, Filippo il Bello e suo nonno, l'imperatore Massimiliano: questi sono i resti dei possedimenti di Carlo il Temerario (Fiandre, Franca Contea ), i domini degli Asburgo (ducati austriaci, Bassa Alsazia) e la corona imperiale del Sacro Romano Impero; il secondo, mediterraneo e spagnolo, gli viene dalla madre, Giovanna la Folle: questi sono Castiglia, Aragona ei "regni" iberici ad essi annessi, questi sono i possedimenti italiani (Milanese, Regno di Napoli); presto saranno anche le Indie, la cui conquista e organizzazione continuano sotto il regno dell'imperatore. Non essendo riuscito a stringere un'alleanza con il re d'Inghilterra Enrico VIII (Camp du Cloth d'Or, 1520), tradito dal Conestabile di Borbone, suo principale feudatario, Francesco intraprese una dura lotta contro gli Imperiali, sia nel ad est della Francia e in Italia. Nel 1525, dopo aver preso possesso di Milano, il re fu picchiato e fatto prigioniero davanti a Pavia. In sua assenza, Luisa di Savoia esercitò la reggenza. Prigioniero in Spagna, Francesco vi firmò il Trattato di Madrid (1526), al quale rinunciò al suo rilascio.. La guerra continuò, segnata dal Sacco di Roma da parte degli Imperiali (1527). Alla Pace di Cambrai (1529), la Francia rinunciò all'Italia e Francesco sposò Éléonore d'Austria, sorella di Carlo V. La guerra riprese nel 1536, dopo che Francesco aveva stretto alleanze con l'Inghilterra, la Svezia, i protestanti tedeschi e l'Impero Ottomano.. Treviri e le battaglie si alternarono fino al trattato di Crespy (1544) con l'imperatore e di Ardres (1546) con l'Inghilterra, che nel frattempo aveva cambiato schieramento.. A questa valutazione incerta della sua politica estera, il re poté opporre quella, più brillante, della sua gestione interna: protezione data alle arti e alle lettere, creazione del Collège de France (1529), ordinanza di Villers-Cotterêts (1539), istituendo lo stato civile e imponendo l'uso del francese nei documenti ufficiali. A differenza di altre monarchie europee (quella dei Tudor per esempio), la monarchia francese godeva all'inizio del XVI secolo di una legittimità indiscussa, ancorata al passato più remoto.. Principi autoritari, Francesco I e suo figlio colsero l'occasione per rafforzare il potere reale. Il Concilio cominciò a strutturarsi; fecero la loro comparsa i segretari di Stato. Senza scomparire, le istituzioni rappresentative non sono in grado di turbare una monarchia che sembra piena di vita e di salute. Il regno di Francesco I appare quindi in definitiva come una prima epoca di assolutismo..

cgb.fr uses cookies to guarantee a better user experience and to carry out statistics of visits.
To remove the banner, you must accept or refuse their use by clicking on the corresponding buttons.

x
Would you like to visit our site in English? https://www.cgbfr.com