+ Filtri
Nuova Ricerca
Filtri
Disponibile Parole esatte Solo nel titolo
e-shopCaricamento...
QualitàCaricamento...
PrezzoCaricamento...

Live auction - fme_896248 - PRIMO IMPERO Médaille, Bataille d’Essling et passage du Danube

PRIMO IMPERO Médaille, Bataille d’Essling et passage du Danube q.SPL
Devi Sign-in ed essere un offerente approvato fare un'offerta, Login per fare offerte. Conti sono soggetti ad approvazione e di approvazione sono raggiunti entro 48 ore. Non aspettare fino al giorno di una vendita si chiude per registrarti.Confermando la tua offerta su questo oggetto ti impegni ad un contratto legalmente vincolante per l'acquisto di questo prodotto e fare clic su «offerta» costituisce accettazione dei termini di utilizzo de live auctions cgb.fr. Offerta deve essere collocato in euro gli importi interi vendita only.The si chiuderà al momento sulla descrizione dell'oggetto, eventuali offerte pervenute al sito dopo l'orario di chiusura non verranno eseguite. Volte transmition possono variare e le offerte potrebbero essere respinto se si attende per gli ultimi secondi. Per ulteriori informazioni ckeck le FAQ Live auction.

Le offerte vincenti saranno sottomesse ai 18% per spese di compartecipazione alla vendita.
Valutazione : 150 €
Prezzo : 196 €
Offerta maxima : 260 €
Data di fine vendita : 13 febbraio 2024 16:16:27
partecipanti : 7 partecipanti
Tipo : Médaille, Bataille d’Essling et passage du Danube
Data: 1809
Nome della officina / città: 75 - Paris
Metallo : rame
Diametro : 40,5 mm
Asse di coniazione : 12 h.
Incisore BRENET Nicolas-Guy-Antoine (1773-1846) / DENON Dominique Vivant (1747-1825)
Peso : 31,01 g.
Orlo : lisse
Marchio : sans poinçon
Commenti sullo stato di conservazione:
Jolie patine marron hétérogène, présentant quelques marques d’usure sur les hauts reliefs
N° nelle opere di riferimento :

Diritto


Titolatura diritto : DANVVIVS PONTEM INDIGNATVS // PROELIVM AD ESLINGAM / XXII. MAII MDCCCIX.
Descrittivo diritto : Dieu-fleuve, le Danube, détruisant un pont de bateaux.

Rovescio


Titolatura rovescio : ITERVM - IBIDEM // TRAIBCTVS V. IVLII / MDCCCIX..
Descrittivo rovescio : Armée napoléonienne traversant un pont sous une Victoire ailée tenant une palme et une couronne. Signé : DENON D. - BRENET F..

Cronistoria


PRIMO IMPERO

(18/05/1804-6/04/1814)

Rafforzata dalla congiura Cadoudal del marzo 1804, l'idea del potere ereditario trovò il suo culmine il 18 maggio 1804 quando Napoleone Bonaparte divenne imperatore dei francesi con il nome di Napoleone I.. Ratificato dal plebiscito, l'Impero fu consacrato il 2 dicembre 1804 durante l'incoronazione di Notre-Dame. Con la Costituzione dell'anno XII ancora in vigore, il Primo Impero sembra funzionare come una continuazione della Repubblica francese guidata da un imperatore.. In realtà è una dittatura personale in cui l'imperatore nomina e revoca ministri, avvia leggi e controlla il corpo legislativo.. Nei dipartimenti i prefetti informano il ministero dell'Interno. Le poste, la stampa, la tipografia sono controllate dalla censura. I grandi organi dello Stato si riorganizzano così come la Giustizia con il Codice Penale che completa il Codice Civile completato sotto il Consolato. Le università e le scuole sono sorvegliate. Nel 1805 Napoleone divenne re d'Italia mentre si formavano coalizioni contro l'Impero. Nonostante la sconfitta navale di Trafalgar, gli eserciti imperiali ottennero molte vittorie terrestri come Austerlitz, Jena o Eylau che assicurarono il controllo dell'Europa continentale. Smembrato, è attribuito alla famiglia Bonaparte che sembra trionfare ovunque. Fortificata dal blocco continentale, l'industria prospera ma il commercio ne risente. Nel 1808 il blocco continentale fu rafforzato da un secondo decreto emanato a Milano il 17 dicembre 1807.. La guerra in Spagna inizia dopo che Junot conquista il Portogallo, che si rifiuta di applicare il blocco. Rapidamente, i madrileni insorgono contro l'occupazione francese di Murat. L'1 e il 2 maggio i francesi reprimono ferocemente i movimenti di guerriglia. Si verificano esecuzioni di massa. Sono immortalati da Goya nel suo famoso Primer y Dos de Mayo. Giuseppe, re di Napoli, viene nominato a malincuore re di Spagna. Murat lo sostituisce sul trono di Napoli con la moglie Carolina. Nonostante le abdicazioni forzate di Carlo IV e Ferdinando VII a Bayonne, alla presenza di Napoleone, i francesi assistono a un'insurrezione generale in Spagna e vengono sconfitti a Bailen il 22 luglio: perdono Madrid. Wellington e un corpo di spedizione inglese sbarcano in Portogallo il 1° agosto. Junot deve capitolare a Cintra il 30 agosto. I francesi riconquistano Madrid il 4 dicembre 1808.. Nell'aprile 1809 Pio VII scomunicò Napoleone che lo fece sequestrare per rappresaglia. Gli alleati formano la quinta coalizione, ma gli austriaci vengono sconfitti a Eckmühl il 12 aprile, Essling il 21 maggio e Wagram il 6 luglio 1809. Con il trattato di Vienna l'Austria cede Carniola, Carinzia e Croazia che formeranno le province illiriche che vengono incorporate nell'Impero. La colonna Vendôme fu inaugurata nel 1810. Quell'anno Napoleone era all'apice del suo potere e la Francia aveva 130 dipartimenti dal Tevere all'Elba.. Dopo aver divorziato da Giuseppina nel dicembre 1809, sposò Maria Luisa d'Austria il 2 aprile 1810. Louis abdicò dal trono d'Olanda il 9 luglio 1810, rifiutando di applicare il blocco continentale e il Regno fu annesso alla Francia. Nel 1811, l'imperatore, che aveva sciolto il suo matrimonio con Giuseppina, sposò l'arciduchessa Maria Luisa, che gli diede un figlio, il re di Roma, che nacque alle Tuileries il 20 marzo 1811.. Le relazioni franco-russe si sono deteriorate dopo il matrimonio austriaco. Infine, Napoleone attraversò il Niemen il 24 giugno 1812. Questo è l'inizio della campagna di Russia. Alla testa della Grande Armée prese Vilna (28 giugno), vinse la vittoria di Smolensk (18 agosto), poi la difficile battaglia della Moscova (5-7 settembre). Prende Mosca tra il 15 e il 18 settembre. La città viene incendiata dai russi ei francesi devono evacuarla. La Grande Armée è costretta a ritirarsi con l'inverno russo che inizia molto presto e un nemico che pratica una politica di terra bruciata. È la battaglia di Berezina del 27-29 novembre 1812. Oltre 600. 000 uomini, meno di 30. 000 hanno attraversato il confine russo. Il 23 ottobre il generale Malet tenta un colpo di stato a Parigi. È stato fucilato il 29. I russi occupano Varsavia, Amburgo e Dresda. I prussiani vincono le vittorie di Lutzen e Bautzen il 2 e 21 maggio 1813. Tutta l'Europa si legò contro Napoleone durante la sesta coalizione e fu sconfitto nella Battaglia delle Nazioni il 16-19 ottobre 1813. La campagna di Francia inizia nel gennaio 1814. Nonostante le vittorie di Montmirail e Montereau il 10 e 18 febbraio, Napoleone non poté impedire la capitolazione di Parigi il 31 marzo. Fu costretto ad abdicare il 6 aprile 1814 e partì per l'isola d'Elba..

cgb.fr uses cookies to guarantee a better user experience and to carry out statistics of visits.
To remove the banner, you must accept or refuse their use by clicking on the corresponding buttons.

x
Would you like to visit our site in English? https://www.cgbfr.com