+ Filtri
Nuova Ricerca
Filtri
Disponibile Parole esatte Solo nel titolo
e-shopCaricamento...
QualitàCaricamento...
PrezzoCaricamento...

E-auction 343-257521 - FILIPPO IV "THE FAIR" Obole bourgeoise n.d. s.l.

FILIPPO IV  THE FAIR  Obole bourgeoise n.d. s.l. B
Devi Sign-in ed essere un offerente approvato fare un'offerta, Login per fare offerte. Conti sono soggetti ad approvazione e di approvazione sono raggiunti entro 48 ore. Non aspettare fino al giorno di una vendita si chiude per registrarti.Confermando la tua offerta su questo oggetto ti impegni ad un contratto legalmente vincolante per l'acquisto di questo prodotto e fare clic su «offerta» costituisce accettazione dei termini di utilizzo de e-auctions cgb.fr. Offerta deve essere collocato in euro gli importi interi vendita only.The si chiuderà al momento sulla descrizione dell'oggetto, eventuali offerte pervenute al sito dopo l'orario di chiusura non verranno eseguite. Volte transmition possono variare e le offerte potrebbero essere respinto se si attende per gli ultimi secondi. Per ulteriori informazioni ckeck le FAQ.

SENZA COSTI PER GLI ACQUIRENTI.
Valutazione : 25 €
Prezzo : 15 €
Offerta maxima : 15 €
Data di fine vendita : 11 novembre 2019 14:54:00
partecipanti : 6 partecipanti
Tipo : Obole bourgeoise
Data: 26/01/1311
Data: n.d.
Nome della officina / città: s.l.
Metallo : billone
Titolo in millesimi : 270 ‰
Diametro : 15,5 mm
Asse di coniazione : 6 h.
Peso : 0,62 g.
Commenti sullo stato di conservazione:
Monnaie frappée sur un flan irrégulier. Faiblesses de frappe à l’avers et au revers
N° nelle opere di riferimento :
Pedigree :
Exemplaire provenant du dépôt monétaire de Puylaurens (Tarn)

Diritto


Titolatura diritto : + PH[ILIP]/[PV]S REX.
Descrittivo diritto : Croix latine coupant la légende en bas. Annelet sous la croisette initiale.
Traduzione diritto : (Philippe, roi).

Rovescio


Titolatura rovescio : [BV]RGENS[IS].
Descrittivo rovescio : dans le champ NOV/VS surmonté d'un lis.
Traduzione rovescio : (Bourgeois).

Cronistoria


Filippo IV il Bello

(05/10/1285-29/11/1314)

Nato a Fontainebleau nel 1268, Filippo IV era figlio di Filippo III e Isabella d'Aragona. La grande storia di questo regno fu il litigio tra il re di Francia e Papa Bonifacio VIII. I papi del XIII secolo erano alleati docili Francia. Il legato Gaetani Benoit venne l'assemblea del clero di S. Genoveffa di Parigi per annunciare la conferma della Bolla "uberes Ad fructus" (1281), che esentava gli ordini mendicanti all'autorità dei vescovi. Celestino V, eremita perso sul trono pontificio abdicò nel 1294, Gaetani fu eletto papa. Originariamente Anagni, nipote di Alessandro IV, un funzionario della Curia, fu incoronato con sfarzo, risposta alla grande Celestin rifiuto. La prima disputa con il re di Francia è venuto quando ha pagato per una nuova decimando il clero. Bonifacio ha gettato la decretale "Clericis Laicos" (1296), che proibivano i re ricevono sovvenzioni dalla Chiesa, senza il permesso della Santa Sede. In rappresaglia, Philip vieta deflusso di oro e d'argento del regno, e quindi ricavi della Santa Sede. Il Papa ha risposto con lettera violenta "Ineffabilis amor", ma occupata dalla lotta contro i Colonna e gli Aragonesi di Sicilia, ha ceduto e ha deciso di canonizzare Luigi IX (1297). Durante il Giubileo del 1300, Bonifacio affermato principi di nuovo teocratici. Pertanto, si lasciò trasportare dalla sua megalomania. La rottura con il re di Francia è venuto da Bernard processati Saisset, vescovo di Pamiers nel 1301. Accusato di aver complottato per Languedoc indipendenza, il prelato si è svolta dal re di Senlis. Immediatamente, il Papa ordinò Filippo a rilasciare Vescovo e pubblicato bolla "Ausculta fili", dove ha annunciato la sua intenzione di convocare un consiglio il 1 Novembre 1302. Gli rispose Filippo: una riunione dei tre ordini 10 aprile 1302 convocazione a Parigi. , Peter Flote arringò membri contro il pontefice. Ma Flote e Roberto d'Artois è morto pochi mesi dopo nella battaglia di Courtrai (11 luglio 1302). Il Sinodo quindi annunciato debitamente verificato nel novembre 1302. Bonifacio ci ha pubblicato la famosa bolla "Unam sanctam" manifesto nella teocrazia più assoluta, che conclude: "essere soggetta al Romano Pontefice è quello di ogni condizione umana creatura della salvezza". Dopo un attimo di esitazione, rappresaglia sono stati affidati a Guillaume de Nogaret. Voleva rimuovere il Papa, lo hanno tradotto davanti a un consiglio che introdurrebbe. Nel marzo del 1303, Nogaret andato in Italia con i suoi compari. Arrivati ​​nella penisola, si alleò con i nemici del Gaetani, tra cui Sciarra Colonna. Il 7 settembre, la band entrò Anagni e afferrò il pontefice, che è stato molestato. Ma il 9, la popolazione si ribellarono e cacciarono Nogaret. Rotto dalla prova, Bonifacio morto a Roma il 11 ottobre. Il nuovo papa, Benedetto XI, sollevò Filippo di tutte le condanne e morì a sua volta. Un conclave tenutosi a Perugia nel 1305 ha nominato l'arcivescovo di Bordeaux, Bertrand de Got, che prese il nome di Clemente V. Si gracia Nogaret ei suoi complici e fu incoronato a Lione nel novembre 1305 alla presenza del re di Francia. Dieci Gascon sono stati immediatamente sollevato alla porpora. E 'stato il trionfo del partito francese. All'interno, il regno sperimentato lo stesso successo affidamento sulla violenza. Questa volta il nemico era di uccidere i Templari. Fondata nel 1128, l'esercito amministrato vaste aree dell'Europa occidentale e si era trasformato in una gigantesca rete bancaria. La cattura di San Giovanni d'Acri li fece ente inutile, in mancanza di crociata, e il potere umbrage al re. Improvvisamente, 13 ottobre 1307, tutti i Templari e compreso il loro Gran Maestro, Jacques de Molay, sono stati arrestati con l'accusa di eresia e le loro proprietà confiscate. Un manifesto reale contro i Templari è stato letto in un luogo pubblico e hanno presentato la domanda, ha confessato tutti i crimini che volevamo. Nel 1308, in tutta la cristianità, contro l'ordine del processo aperto. Al Concilio di Vienna nel mese di ottobre 1311, l'ordine è stato finalmente trova in fondo, nonostante la mancanza di prove fisiche, sotto la pressione militare da Philippe. Nel mese di aprile 1312, il Papa emanò la bolla "Vox in excelso", che ha soppresso l'ordine senza esplicitamente condannare. La sua proprietà passò agli Ospedalieri e dei governanti dei vari paesi in cui è stato attuato. I dignitari sono stati bruciati. Altri processi politici punteggiano la seconda parte del regno: il Bernard Delicious, quella di Guichard di Troyes, una delle figlie del re. Allo stesso modo, ebrei e Longobardi sono stati vittime di sgomberi e di estorsione ripetuta. Valute subito svalutazioni successive, la Chiesa ha dovuto pagare alcuni decimi, prestiti forzosi, le spese colpito città. Nonostante il malcontento, niente è venuto a turbare la quiete dominio dell'autorità regia, che ha portato a consolidare il suo potere politica consultazioni regolari su tre livelli. Lo stesso Filippo IV circondato di avvocati e uomini stranieri nobiltà fresco Pierre Flotte, Guillaume de Nogaret, Enguerran Marigny. Fuori, la pace è stata fatta con gli Aragonesi (1295). Charles de Valois sposò in compenso la figlia di Carlo II d'Angiò e del Maine Anjou e ha ricevuto. In Italia, ha dovuto cedere il passo agli Aragonesi di Napoli (1302). La squadra inglese, dopo aver inserito il Guyenne, la pace è stata fatta dal trattato di Parigi 1303. Nel 1307, Guyenne è stato restaurato, e l'anno successivo, Edoardo II sposò Isabella, figlia di Filippo il Bello. Il più grande fallimento del re ha avuto luogo di fronte al fiamminghi che ha schiacciato il suo esercito nel luglio 1302 a Kortrijk. Dopo la vittoria di Mons-en-Pévèle, nel 1304, Fiandre ha dovuto affrontare. Nel giugno del 1305, Robert de Bethune, conte di Fiandra, ha dovuto accettare di pagare un indennizzo di 400.000 libri e dare Lille, Douai e Bethune fino al completo pagamento della somma. L'esecuzione del fare Trattato difficoltà, un nuovo accordo è stato concluso a Pontoise nel 1312: questo era il famoso Fiandre di trasporto. Tale era il regno di Filippo il Bello, l'età oscura di un primo assolutismo e uno Stato ragione. Per mezzo di perdite, il re aveva continuato la politica di St. Louis, che poi ha preso il tempo nella memoria collettiva della FIG età dell'oro.

Se usi cgbfr.it, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.

x
Would you like to visit our site in English? www.cgbfr.com