Your browser does not support JavaScript!
+ Filtri
Nuova Ricerca
Filtri
Disponibile Parole esatte Solo nel titolo
e-shopCaricamento...
QualitàCaricamento...
PrezzoCaricamento...

v12_0163 - FRANCOIS I Patac de Provence n.d. Aix-en-Provence, Marseille ou Tarascon

FRANCOIS I Patac de Provence n.d. Aix-en-Provence, Marseille ou Tarascon BB
MONNAIES 12 (2001)
Prezzo di inizio : 152.45 €
Valutazione : 304.90 €
Prezzo realizzato : 152.45 €
Tipo : Patac de Provence
Data: 19/05/1517
Data: n.d.
Nome della officina / città: Aix-en-Provence, Marseille ou Tarascon
Metallo : billone
Titolo in millesimi : 79 ‰
Diametro : 19 mm
Asse di coniazione : 11 h.
Peso : 1,06 g.
Grado di rarità : R3
Commenti sullo stato di conservazione:
Ce patac est frappé sur un flan irrégulier et présente un assez haut relief sur ses deux faces ainsi qu’une patine foncée tirant légèrement sur le vert
N° nelle opere di riferimento :

Diritto


Titolatura diritto : [(MM). F]RANCISCVS FRANCO REX.
Descrittivo diritto : Deux lis et une F posés 2 et 1.
Traduzione diritto : (François, roi des Francs).

Rovescio


Titolatura rovescio : [...]: BEDITVM.
Descrittivo rovescio : Croix potencée cantonnée de quatre croisettes.
Traduzione rovescio : (Béni soit le nom du Seigneur).

Cronistoria


FRANCOIS IER RIPRISTINO DELLE LETTERE

(01/01/1515-31/03/1547)

L'avvento di Francesco I in Francia, segna tradizionalmente l'inizio della Ancien Régime, senza riuscire a capire come si differenzia dal Medioevo. La nuova era si caratterizza soprattutto per l'esaltazione della persona del re, a scapito di altri concetti astratti (Trono, Corona). Religione monarchico poi organizzato intorno a una incarnazione: heroized, a volte identificato Cesare, a volte il gallico Ercole, Francesco si distingue come un guerriero e come un giudice, ad un tempo re della guerra, re delle arti e Re di gloria. Intorno a lui, creando un primo tag primo Corte embrione. Questo è quando nasce "Stato cerimoniale" che gli storici americani hanno reso uno dei loro principali oggetti di studio. Nato a Cognac nel 1494, Francesco era figlio di Carlo di Valois, conte d'Angoulême e di Luisa di Savoia. Step-figlio di Luigi XII, che aveva sposato la figlia di Claude de France, egli gli successe nel 1515, in assenza di eredi maschi diretti del defunto. Il nuovo re ha proseguito la politica del suo predecessore italiano. Il primo anno del regno di regno fu segnato da una prima discesa nella penisola con la vittoria di Marignano contro gli svizzeri e la conquista del Milanese. L'anno seguente, Francesco concluso con Papa Leone X il Concordato di Bologna, che ha reso il maestro re delle nomine episcopali nel suo regno, e firmò una pace perpetua con gli svizzeri. Nel 1519, alla morte di Massimiliano I, re di Francia incuriosito per la corona imperiale, ma tornò a l'uomo che sarebbe stato il suo grande rivale Carlo V. Il principe risponde a due eredità: un "Borgogna" Imperial, deriva dal padre, Filippo il Bello e suo nonno, l'imperatore Massimiliano: questi sono i resti dei possedimenti di Carlo il Temerario (Fiandre, Franche-Comté), le aree di Asburgo (ducati austriaci, Bassa Alsazia) e la corona imperiale del Sacro Romano Impero, il secondo del Mediterraneo e spagnolo, proviene dalla madre, Juana la Loca: sono questi Castiglia, l' Aragona e "regni" iberici ad essi, è possedimenti italiani (Milano, Regno di Napoli), che sarà presto anche l'India, la cui conquista e l'organizzazione continua sotto il regno dell'imperatore. Non essendo riuscito a stringere un'alleanza con il re d'Inghilterra, Enrico VIII (Campo di panno d'oro, 1520), tradito dal conestabile di Borbone, suo vassallo principale, Francesco impegnato in una dura lotta contro gli Imperiali, il tutto in sia nella parte orientale della Francia e l'Italia. Nel 1525, dopo la presa su Milano, il re fu sconfitto e fatto prigioniero a Pavia. In sua assenza, Luisa di Savoia ha esercitato la reggenza. Captive in Spagna, François ci ha firmato il Trattato di Madrid (1526), ​​ha rinunciato alla sua liberazione dalla. La guerra continuò, segnata dal sacco di Roma da parte imperiale (1527). Alla Pace di Cambrai (1529), la Francia e l'Italia hanno rinunciato Francesco sposò Eleonora d'Austria, sorella di Carlo V.. La guerra riprese nel 1536, dopo che Francesco aveva stretto alleanze con l'Inghilterra, la Svezia, i protestanti tedeschi e l'Impero Ottomano. Treviri e battaglie alternati fino al Trattato di Crespy (1544) con l'imperatore e Ardres (1546) con l'Inghilterra, che aveva cambiato i lati nel frattempo. In questo incerto equilibrio della sua politica estera, il re poteva opporsi alla più brillante, la sua gestione interna: protezione accordata alle arti e alle lettere, la creazione del Collège de France (1529) Ordinanza di Villers-Cotterets (1539), che istituisce stato civile e che richiedono l'uso del francese in documenti ufficiali. A differenza di altre monarchie europee (The Tudors per esempio), la monarchia francese godeva all'inizio del XVI secolo di legittimità indiscussa radicata nel lontano passato. Principi autoritario, Francesco I e suo figlio colto l'occasione per rafforzare il potere regale. Il Consiglio ha cominciato a prendere forma, ed i Segretari di Stato è apparso. Senza scomparire, istituzioni rappresentative non sono in grado di preoccuparsi di una monarchia che sembra pieno di vita e di salute. Il regno di Francesco I, pertanto appare in definitiva come tenera età di assolutismo.

Se usi cgbfr.it, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.

x
Voulez-vous visiter notre site en Français www.cgb.fr