+ Filtri
Nuova Ricerca
Filtri
Disponibile Parole esatte Solo nel titolo
e-shopCaricamento...
QualitàCaricamento...
PrezzoCaricamento...

bga_620453 - GALLIA - SUDOVESTE DELLA GALLIA - CADURCI (Regione di Cahors) Drachme aux motifs géométriques, S. 390

GALLIA - SUDOVESTE DELLA GALLIA - CADURCI (Regione di Cahors) Drachme aux motifs géométriques, S. 390 q.BB
140.00 €
Quantità
Aggiungi al carrelloAggiungi al carrello
Tipo : Drachme aux motifs géométriques, S. 390
Data: IIe-Ier siècles av. J.-C.
Metallo : argento
Diametro : 13 mm
Peso : 2,04 g.
Grado di rarità : R3
Commenti sullo stato di conservazione:
Usure importante mais beau revers. Patine de collection ancienne
N° nelle opere di riferimento :

Diritto


Titolatura diritto : ANÉPIGRAPHE.
Descrittivo diritto : Restes de tête triangulaire (?) constituée de torques et de triskèles pointés.

Rovescio


Titolatura rovescio : ANÉPIGRAPHE.
Descrittivo rovescio : Croix bouletée au centre, formée de quatre cantons : un point relié à un globule aux 1er, 2e et 4e cantons ; une grande hache évidée, au manche bouleté au 3e, trois points dessous.

Commento


Ce type semblait inédit avant la parution de l’ouvrage de E. Hiriart sur les monnaies à la croix.

Cronistoria


Cadurci (regione di Cahors)

(Seconda - I secolo aC)

I Cadurques, dopo la creazione della provincia di Narbonne erano vicini Volci e Tolosates più vicini. Il loro territorio esteso il reparto corrente di Lot e Tarn-et-Garonne, all'interno della vecchia provincia di Quercy Cahors capitale. Erano circondati da Arverni e Gabales, Ruteni e Nitiobroges. Fanno un grande ingresso durante le guerre galliche e citata più volte da Cesare. Hanno aderito alla coalizione Vercingetorige, e su sua richiesta, attaccato (con Ruteni), i Arécomiques Volci rimasero fedeli ai Romani. Il capo Cadurcan Luctérios, è riuscito a unire la Gabales e Nitiobroges ad assediare Narbonne. Cesare ha avvertito, ha chiarito la capitale della provincia. Cadurques partecipato al contingente di 35.000 uomini per salvare Arvernes Alesia assediata. Dopo la sconfitta e la resa di Vercingetorige, Luctérios partecipato nuovamente l'anno successivo 51 aC, alla difesa della oppidum di Uxellodunum (Puy-d'Issolu in Lot). Fonti: Caesar (Bg VII, 4, 64 e 75, VIII, 32 e 34), Strabone (G. IV, 2, 2).

cgb.fr uses cookies to guarantee a better user experience and to carry out statistics of visits.
To remove the banner, you must accept or refuse their use by clicking on the corresponding buttons.

x
Would you like to visit our site in English? https://www.cgbfr.com