+ Filtri
Nuova Ricerca
Filtri
Disponibile Parole esatte Solo nel titolo
e-shopCaricamento...
QualitàCaricamento...
PrezzoCaricamento...
  1. Accueil
  2.  > 
  3.  > 

fmd_303976 - 5 francs Union et Force, Union desserré, avec glands intérieurs et gland extérieur 1800 Bordeaux F.291/21

5 francs Union et Force, Union desserré, avec glands intérieurs et gland extérieur 1800 Bordeaux F.291/21 MB35
380.00 €
Quantità
Aggiungi al carrelloAggiungi al carrello
Tipo : 5 francs Union et Force, Union desserré, avec glands intérieurs et gland extérieur
Data: An 8/6 (1799-1800)
Nome della officina / città: Bordeaux
Quantità coniata : ---
Metallo : argento
Titolo in millesimi : 900 ‰
Diametro : 36,95 mm
Asse di coniazione : 6 h.
Peso : 24,56 g.
Orlo : décorée en creux : GARANTIE NATIONALE
Grado di rarità : R1
Commenti sullo stato di conservazione:
Léger nettoyage
N° nelle opere di riferimento :
Pedigree :
Cet exemplaire provient de la Collection CC

Diritto


Titolatura diritto : UNION ET FORCE.*.
Descrittivo diritto : Hercule barbu demi-nu, debout de face avec la léonté, sur son épaule gauche une patte du lion, sur son bras et autour de sa taille la peau du lion de Némée, derrière ses jambes queue et pattes du lion, unissant la Liberté debout à gauche tournée à droite tenant une pique surmontée d'un bonnet phrygien, vêtue d'un peplos, et l'Égalité debout à droite tournée à gauche, tenant le niveau, vêtue d'un chiton ; à l'exergue Dupré signé en cursif entre deux points, légende desserrée.

Rovescio


Titolatura rovescio : RÉPUBLIQUE FRANÇAISE*.
Descrittivo rovescio : 5 / FRANCS., en deux lignes ; au-dessous un trait séparatif et L'AN 8/6 . , le tout contenu dans une couronne composée à gauche d'une branche de laurier, à droite d'une branche de chêne avec grande feuille finale (deux glands intérieurs sur le haut de la branche de droite, un gland à l'extérieur sur le bas de cette branche), nouées à leur base par un ruban ; au-dessous la lettre d'atelier K entre deux points.

Commento


Sans point après la date.

Cronistoria


CONSOLATO

(9-10/11/1799-18/05/1804)

Sostenuta da sostenitori di un potere forte, Napoleone Bonaparte, vittoriose campagne generali in Italia e in Egitto, rovesciò il Direttorio il 18 e il 19 brumaio anno VIII (9 e 10 novembre 1799). La rivoluzione è finita, il destino della Francia è ora nelle mani di un esecutivo forte. Una nuova costituzione, la Costituzione dell'anno VIII, entrata in vigore nel dicembre. Esso definisce le competenze e rafforza Bonaparte nel ruolo forte del suo paese: Primo Console, a capo dell'esecutivo, che nomina a funzioni pubbliche fondamentali ha un certo potere iniziativa legislativa e mantiene il suo ruolo militare. Il Senato, il Corpo legislativo e il Tribunato tre gruppi che hanno l'altra parte della funzione legislativa. 11 novembre 1799, Bonaparte ha preso una decisione importante: egli nomina Gaudin Ministro delle Finanze. Si manterrà la sua posizione fino al 1 aprile 1814, e trovare durante i Cento Giorni. Ripristinare le finanze dello Stato è la priorità numero uno del Primo console. Così, la Banque de France è stata creata 18 febbraio 1800. Con l'aiuto del fondo di ammortamento, il bilancio viene ripristinato Francia nel 1802. E nel 1803, come parte della grande riforma monetaria, Franc, garantendo la stabilità, rinato come il franco Germinal. La seconda priorità è Bonaparte pacificazione interna del paese minato dalle divisioni create dalla Rivoluzione. Per riconciliare i francesi, sono state adottate diverse misure: la libertà religiosa, terminare la vendita di immobili nazionale, amnistia per gli immigrati. Solo la Francia occidentale rimane insubordinato. Insurrezione e brigantaggio guidare questa parte del paese e minano le speranze del Primo Console, nonostante la firma di una tregua con i capi Chouans nel novembre 1799. Tuttavia, con il sostegno del clero, la Vandea è in corso 1800 pacificata. Il telaio religioso poi inserisce definitivamente come elemento principale della stabilizzazione della società. I negoziati con Papa Pio VII, hanno portato alla firma del Concordato del 1801. Sessanta vescovi nominati da Bonaparte, e investito dal Papa, poi si stabilirono su tutto il territorio. Sacerdoti cattolici, chiamati anche, sono ora burocratizzata. Molti refrattario aderiscono, altri continuano ad avere problemi, soprattutto in Bretagna e Normandia, dove i realisti, aiutati da Inghilterra, in attesa dell'arrivo di Luigi XVIII. Fuori, un'altra sfida attende Bonaparte ripristinare la pace. Gli austriaci sono stati sconfitti a Marengo 14 giugno 1800, quindi Hohenlinden 3 dicembre 1800. La pace di Luneville è stato firmato 9 febbraio, 1801. 25 marzo 1802, la pace di Amiens è stato firmato con gli inglesi. Nel 1802, il Consolato prende una nuova direzione, più autoritario. I giacobini sono esclusi dalla vita politica (la più virulenta fermati da Fouché, prefetto di polizia), la stampa è controllata, ei realisti perseguito. E 'in questo contesto che ha adottato la Costituzione dell'anno X: riduce notevolmente i poteri delle assemblee, e chiamò Napoleone Bonaparte Console a vita. Le basi del primo Impero in luogo.

Se usi cgbfr.it, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.

x
Would you like to visit our site in English? www.cgbfr.com