Il mio Carrello



Non avete alcun articolo nel Vostro carrello




Continua lo Shopping
Convalidare la mia ordinazione
Il mio Carrello

Se usi cgbfr.it, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.

Live auction coins cgb.fr
Disponibile
Ricerca avanzata
Il mio Account
Il mio Carrello Il mio Carrello

Live auction - bry_417757 - LOUIS XV "THE WELL-BELOVED" Louis d'or dit "aux lunettes" 1726 Strasbourg

LOUIS XV  THE WELL-BELOVED  Louis d or dit  aux lunettes  1726 Strasbourg
Devi Sign-in ed essere un offerente approvato fare un'offerta, . Conti sono soggetti ad approvazione e di approvazione sono raggiunti entro 48 ore. Non aspettare fino al giorno di una vendita si chiude per registrarti.Confermando la tua offerta su questo oggetto ti impegni ad un contratto legalmente vincolante per l'acquisto di questo prodotto e fare clic su «offerta» costituisce accettazione dei termini di utilizzo de live auctions cgb.fr. Offerta deve essere collocato in euro gli importi interi vendita only.The si chiuderà al momento sulla descrizione dell'oggetto, eventuali offerte pervenute al sito dopo l'orario di chiusura non verranno eseguite. Volte transmition possono variare e le offerte potrebbero essere respinto se si attende per gli ultimi secondi. Per ulteriori informazioni ckeck le FAQ Live auction.

Le offerte vincenti saranno sottomesse ai 12% per spese di compartecipazione alla vendita..
live-auctionData di Live
2017/08/01 14:00:00
bry_417757
1017
Devi loggarti per un'offerta
Tipo : Louis d'or dit "aux lunettes" 
Data 1726 
Nome della officina / città: Strasbourg 
Quantità coniata : 128000 
Metallo : oro 
Titolo in millesimi : 917  ‰
Diametro : 24,5  mm
Asse di coniazione : 6  h.
Peso : 8,15  g.
Orlo : cordonnée 
Commenti sullo stato di conservazione : Monnaie frappée sur un flan irrégulier. Frappe décentrée. Stries d’ajustage à l’avers sur la légende à 10 heures entraînant une faiblesse de frappe dans la légende du revers à 7 heures. Beaux reliefs sur le portrait 
N° nelle opere di riferimento C.2085  - L.682  - G.340  - Dr.516  - Dy.1640  - Cl.1 p. 66  - Dr.2/540  - Dr.5/727 
Diritto
Rovescio
Commento
Cronistoria
Titolatura diritto : LUD. XV[.] D[.] G. FR. ET NAV. REX .
Descrittivo diritto : Buste juvénile de Louis XV à gauche, drapé ; au-dessous (Mm) .
Traduzione diritto : (Louis XV, par la grâce de Dieu, roi de France et de Navarre) .
Titolatura rovescio : CHRS. REGN. VINC[. IM]PER (Mg) 1726 .
Descrittivo rovescio : Écus ovales inclinés de France et de Navarre sous une couronne ; au-dessous la lettre d'atelier .
Traduzione rovescio : (Le Christ règne, vainc, commande) .

LOUIS XV DICE IL AMATA

(01/09/1715-10/05/1774)

Nato a Versailles nel 1710, Luigi XV era il figlio di Luigi, duca di Borgogna, e di Maria Adelaide di Savoia. Riuscì suo bisnonno nel 1715, a causa della morte prematura di suo nonno, il Gran Delfino, e suo padre. Durante la minoranza del re, la reggenza venne a Filippo, duca d'Orléans, nipote di Luigi XIV. Dopo un tentativo non riuscito di consiglio del governo sostituito Segretari di Stato (polysynodie, 1715-1718), il reggente tornò alle massime dello zio e conservato l'autorità monarchica. La vera notizia della reggenza erano nel fallito tentativo di riformare il sistema economico e finanziario (legge) e la liberalizzazione dei costumi e un diverso orientamento della letteratura, nella reazione contro il rigore del secolo precedente. Maggiore, Luigi XV fu incoronato a Reims nel 1722. Poi successe come primi ministri: il Duca di Orleans (1722-1723), duca di Borbone (1723-1726) e il cardinale Fleury, ex precettore del re (1726-1743). Questo periodo è stato segnato dalla guerra di successione polacca (1733-1738), che ha permesso la Francia per posizionare il re detronizzato di Polonia, Stanislas, suocero di Luigi XV, a capo di Lorena e, in ultima analisi, di consegnare il ducato. Il Ministero di Fleury, mente pacifica, fu per la Francia un periodo di recupero dopo gli eventi del regno precedente. Fleury iniziato nella guerra di successione austriaca (1741-1748) era risultati meno felici, la pace di Aix-la-Chapelle facendoci rinunciare alle conquiste di Maurice de Saxe nei Paesi Bassi. Fu durante questa guerra che Luigi, che cominciò a governare, abbiamo apprezzato il culmine della sua popolarità, soprattutto durante la sua malattia a Metz (1744). Guerra dei Sette Anni (1756-1763) sarà il suo abbastanza disastrosa. Il trattato di Parigi, la Francia perde il Canada e l'India. L'annessione della Corsica, nel 1769, è stato un successo tardiva, e più piccoli. Inghilterra ha trionfato nella sua lotta secolare per il dominio dell'Atlantico. L'alleanza austriaco aveva dimostrato di scarsa utilità e l'emergere di Prussia fu rilasciata una nuova minaccia, la cui misura massima è rivelato nel secolo successivo. All'interno, le successive ministeri si sono scontrati con i parlamenti di opposizione, compreso il Parlamento di Parigi, e la permanenza del movimento giansenista. La politica aziendale condotta tra il 1770 e il 1774, non poteva riscattare la riluttanza dei decenni precedenti. Nel Illuminismo, il divario tra la vecchia religione e monarchico esercizio autoritario del potere, da un lato, l'evoluzione delle menti e dei costumi, l'altro continuò a crescere. Il potere reale congelato nella ripetizione servile di massime proprio governo di Luigi XIV. Luigi XV e Luigi XVI non avevano volontà del nonno che galleggiavano l'abitudine di gloria troppo grande per loro. Dall'interno, la "vecchia macchina" ha mostrato segni di rottura, instabilità e dispotismo ministeriale preferiti regno simultanea. Disagio apparso nella élite nobiltà, l'ufficio, il servizio militare non erano più valori di sicurezza, una volta. L'opinione pubblica è diventata una forza. Mentre il potere politico tendeva a immobilità, la macchina amministrativa, lei, l'ammodernamento, per motivi di test, di misura, una buona gestione. Il regno di Luigi XV di Francia fu un'era di prosperità e lo sviluppo economico, insieme con l'estrema fioritura delle arti, lettere e scienze. Leczynska Maria, sposata nel 1725, Luigi XV aveva un figlio, Louis, nato nel 1729, morto nel 1765, lasciando lui tre figli: il futuro Luigi XVI, Luigi XVIII e Carlo X.